Tab social
Spazio soci
area riservata_SOCI
Facebook
Flickr
Youtube
 

La Bcc incontra la Scuola

Caratteristiche
Descrizione breve

formic.GIFIl progetto "LA BCC INCONTRA LA SCUOLA" nasce allo scopo di favorire l'incontro fra la realtà delle Banche di Credito Cooperativo ed il mondo della scuola, nell'intento non solo di promuovere la conoscenza diretta dei valori su cui il Credito Cooperativo basa da sempre la propria attività, ma anche di diffondere una cultura che sappia integrare i valori del risparmio e dello sviluppo economico ad un'etica della solidarietà, dell'aiuto reciproco e della cooperazione.

PERCHE'
Le Banche di Credito Cooperativo sono banche cooperative, mutualistiche e localistiche. Da sempre elemento distintivo delle BCC è stata l'attenzione allo sviluppo economico e culturale del territorio.
Ecco perché un progetto che aiuti i giovani a comprendere il mondo delle banche e dell'economia.

COSA
Vi proponiamo un viaggio alla scoperta dell'impresa cooperativa bancaria per capire così quali sono i principi e i valori che vi stanno alla base.

SOGGETTI PROMOTORI

  • le Banche di Credito Cooperativo del Friuli Venezia GIulia
  • Confservizi FVG 

OBIETTIVI DEL PROGETTO

In particolare, il progetto si prefigge di:

  • Educare al risparmio, inteso come uso consapevole del denaro, che consenta poi di progettare ed investire nel proprio futuro.
  • Parlare di economia: la funzione della moneta, la banca come mediatrice del credito e come perno della circolazione della moneta, gli investimenti, le azioni, la borsa... Tutti argomenti di cui i ragazzi sentono costantemente parlare, ma che raramente vengono loro spiegati.
  • Rivalutare il patrimonio storico culturale, riscoprendo la storia e i principi che hanno guidato le scelte dei fondatori del Credito Cooperativo. L'attenzione alle persone, al piccolo risparmiatore, il forte legame con la comunità locale, restano ancora un elemento che rende le BCC banche differenti.
  • Diffondere il seme della solidarietà e della collaborazione, dimostrando che esiste davvero un modo diverso di fare le cose... un modo in cui la solidarietà fra gli individui è un punto di forza e non di debolezza; in cui il legame fra l'individuo e la propria comunità è un valore da preservare.

I PERCORSI

Scuola primaria

1. LA NASCITA DELLA MONETA E DELLA BANCA

Seguendo un unico filo conduttore, si ripercorre la storia della moneta e della banca, legate indissolubilmente l'una all'altra. Gli studenti vengono accompagnati in un percorso di continua riflessione sulle motivazioni che hanno portato, di volta i volta, i nostri antenati a cercare soluzioni creative ai problemi che si ponevano loro, fino all'invenzione della moneta e alla nascita della banca. Una riflessione a parte viene riservata alle motivazioni, alle esigenze storiche, che hanno portato alla nascita delle Casse Rurali (oggi BCC).
Ripercorrendo la storia dei personaggi che hanno contribuito alla loro fondazione, si vuol far comprendere agli studenti quali sono state le idee che li hanno ispirati e che sono tuttora alla base dei principi e dei valori del movimento cooperativo.

2. A COSA SERVE LA BANCA?

Percorso ‘tecnico' che, prendendo spunto dai concetti emersi dai ragazzi stessi, vuole approfondire le loro conoscenze sulla funzione e il ruolo che la banca riveste all'interno della nostra società. Uno spazio, insomma, in cui i bambini ed i ragazzi possano soddisfare le molte domande e curiosità che troppo spesso restano prive di risposte.

3. UN MODO DIVERSO DI FARE LE COSE

Percorso specifico per far comprendere agli studenti, attraverso un'attività pratica, il significato del principio mutualistico su cui si basa la cooperazione stessa.
Cooperare significa, infatti, lavorare insieme per raggiungere obiettivi comuni. Nel lavoro cooperativo, dunque, l'individuo singolo cerca di perseguire risultati che vanno a vantaggio non solo suo, ma del gruppo intero. Nello stile competitivo gli individui lavorano uno contro l'altro per ottenere il giudizio migliore. Infine, nel lavoro individuale, gli individui lavorano da soli per raggiungere obiettivi indipendenti da quelli degli altri.

Scuola secondaria di I grado

1. LA NASCITA DELLA MONETA E DELLA BANCA

Seguendo un unico filo conduttore, si ripercorre la storia della moneta e della banca, legate indissolubilmente l'una all'altra. Gli studenti vengono accompagnati in un percorso di continua riflessione sulle motivazioni che hanno portato, di volta i volta, i nostri antenati a cercare soluzioni creative ai problemi che si ponevano loro, fino all'invenzione della moneta e alla nascita della banca. Una riflessione a parte viene riservata alle motivazioni, alle esigenze storiche, che hanno portato alla nascita delle Casse Rurali (oggi BCC).
Ripercorrendo la storia dei personaggi che hanno contribuito alla loro fondazione, si vuol far comprendere agli studenti quali sono state le idee che li hanno ispirati e che sono tuttora alla base dei principi e dei valori del movimento cooperativo.

2. A COSA SERVE LA BANCA?

Percorso “tecnico” che, prendendo spunto dai concetti emersi dai ragazzi stessi, vuole approfondire le loro conoscenze sulla funzione e il ruolo che la banca riveste all'interno della nostra società. Uno spazio, insomma, in cui i bambini ed i ragazzi possano soddisfare le molte domande e curiosità che troppo spesso restano prive di risposte.


3. UN MODO DIVERSO DI FARE LE COSE

Percorso specifico per far comprendere agli studenti, attraverso un'attività pratica, il significato del principio mutualistico su cui si basa la cooperazione stessa.
Cooperare significa, infatti, lavorare insieme per raggiungere obiettivi comuni. Nel lavoro cooperativo, dunque, l'individuo singolo cerca di perseguire risultati che vanno a vantaggio non solo suo, ma del gruppo intero. Nello stile competitivo gli individui lavorano uno contro l'altro per ottenere il giudizio migliore. Infine, nel lavoro individuale, gli individui lavorano da soli per raggiungere obiettivi indipendenti da quelli degli altri.


4. LA BANCA CENTRALE EUROPEA

Obiettivo di questo percorso è offrire ai ragazzi una panoramica sul ruolo e i compiti delle Banche Centrali ed in particolare della Banca Centrale Europea, mettendo in risalto le principali funzioni di questo istituto e sottolineando le implicazioni che queste hanno nell'economia della nostra società.
Partendo dal ruolo della banca privata, in particolare rispetto alla sua funzione di mediatrice del credito, si vogliono quindi introdurre le funzioni della Banca Centrale Europea, con particolare riferimento all'attuazione e controllo della politica monetaria.
Verrà inoltre proposta la visione del breve filmato audiovisivo “La stabilità dei prezzi: perché è importante per te”, strumento didattico predisposto dalla BCE stessa, che darà modo di affrontare le tematiche dell'inflazione e deflazione, nonché delle modalità di intervento della BCE per garantire la stabilità dei prezzi.
Alla luce delle tematiche affrontate e riprendendo le considerazioni espresse nel corso dell'intera lezione, si chiederà quindi ai ragazzi di ragionare sui vantaggi della stabilità dei prezzi per l'economia e sui pericoli che derivano da un mancato controllo di questi meccanismi.


5. IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE

Questo percorso vuole accennare alla funzione degli Istituti finanziari internazionali. Nello specifico, attraverso un gioco di simulazione, si vogliono mettere in luce i rapporti e le dinamiche esistenti tra i vari stati ed il Fondo Monetario Internazionale (FMI).
Fine ultimo del gioco, chiarire le motivazioni che hanno portato alla nascita del FMI e della Banca Mondiale dopo la seconda guerra mondiale, ma anche le criticità su cui oggi si sta discutendo, messe in evidenza dall'attuale situazione internazionale.

6. IL MICROCREDITO

Percorso che approfondisce i fondamenti del microcredito, ricollegandolo alle origini e al modello delle prime Casse Rurali.
Partendo dalla storia di Njeri, una donna che vive in una baraccopoli del Kenya, i ragazzi dovranno assumere le vesti di banchieri e valutare se concederle un prestito per comprare una macchina da cucire…
Fine ultimo del gioco, comprendere in generale la funzione del prestito a vantaggio dello sviluppo delle economie; nello specifico, conoscere il meccanismo sotteso al funzionamento del microcredito e riscoprire il legame esistente fra queste esperienze e le prime casse rurali della nostra regione.

www.educoop.it

Contenuti bancari


Contenuti extra bancari

 

Regole utilizzo